domenica 1 febbraio 2015

Le mie letture di gennaio 2015

E così il primo mese del 2015 è già passato...
Sembra ieri che ho scritto il resoconto di gennaio 2014, e invece è già passato un anno! Wow!
Il gennaio scorso sono partita bene per i miei standard, leggendo sei libri... quest'anno si può dire che io sia partita in quarta, arrivando a leggerne nove, sebbene non particolarmente lunghi!
Probabilmente mi ha fatto da complice la "2015 reading challenge" a cui partecipo, consistente in una lista di criteri da rispettare e da spuntare per ogni libro.

Ecco la mia lista di libri letti a gennaio:



- "Il Piccolo Principe", Antoine De Saint-Exupéry.
Se ve lo state chiedendo: no, non è la prima volta che lo leggo.
Da bambina l'avevo letto diverse volte, ma poi non mi ero più avvicinata a questo libro una volta cresciuta, per paura di perderne un buon ricordo e - per così dire - di essere diventata troppo grande per riuscire a distinguere un cappello da un serpente che digerisce un elefante.
Sono stata felice di constatare che non è così: a ventisei anni, l'ho riletto e ho saputo ritrovare la magia che "Il Piccolo Principe" mi dava quand'ero bambina.



- "Lo specchio nello specchio", Michael Ende.
Se non fosse stato per la sopracitata challenge, dubito che mi sarei riavvicinata a questo libro, tentando per la quarta volta di arrivare alla fine!
Non mi è piaciuto per niente, ma sono quantomeno felice di poterlo finalmente accantonare e di non averlo più sulla mia brevissima lista dei libri abbandonati.
Chissà, magari a voi piacerà, è pienissimo di recensioni positive online, quindi forse sono io che non mi sono lasciata incantare dalla sua magia!
La mia recensione la potete trovare QUI, ma a questo punto non fateci troppo affidamento, sarò io che non ho capito il libro XD


- "La biblioteca degli incubi - La luce della notte", D.J. MacHale.
Me l'avevano regalato tipo un paio d'anni fa ma ancora non l'avevo letto.
La storia in sé è carina, ma si vede molto che è stata pensata per un pubblico giovane.
Inoltre, il protagonista è irritante da morire: vede un sacco di cose soprannaturali, e ogni santa volta è convinto che ci sia una spiegazione logica.
Ad un certo punto, dovresti anche capire che no, non c'è, e sei nei guai!
I due seguiti non mi risultano essere arrivati in Italia, quindi attenti se volete leggerlo: o completate la trilogia in inglese, oppure niente a quanto pare!



- "Voglio vivere prima di morire", Jenny Downham.
All'inizio avevo paura che il libro sarebbe stato pieno di frasi criptiche, dato l'argomento delicato, e di poca trama.
Invece sono rimasta piacevolmente stupita: sì, le frasi criptiche ci sono, ma in minima parte e non le ho trovate per lo più banali né irritanti.
La storia è affrontata dall'autrice con una certa delicatezza, anche se la nostra protagonista troppo delicata nelle sue azioni non è.
Se volete saperne di più su cosa ne penso, andate QUI.




- "Storia di una capinera", Giovanni Verga.
Libro che - inutile dirlo - avrei dovuto leggere durante le superiori ma che alla fine non avevo mai letto.
L'ho ripreso in mano solo ora grazie alla challenge e, finalmente, posso dire di averlo letto anche io.
Il romanzo è epistolare, la protagonista Maria scrive all'amica Marianna durante il periodo fuori dal convento e poi, successivamente, di nuovo tra le sue mura.
E' un romanzo straziante sotto molti punti di vista, bisogna però cercare di immedesimarsi nell'epoca, nel fatto che l'amore fosse vissuto in modo diverso e soprattutto che i figli non si ribellassero al volere dei genitori.


- "Il diario di Bridget Jones", Helen Fielding.
Dopo "Storia di una capinera" volevo qualcosa di simpatico e leggero, così eccomi qui.
Conosciamo Bridget Jones grazie alle pagine del suo diario, ed è impossibile non affezionarsi a lei, goffa nei suoi tentativi di rapportarsi con gli uomini e in quelli di diventare una persona migliore ripromettendosi di smettere di fumare e di bere e, soprattutto, di dimagrire.
Divertente, frizzante, davvero simpatico!
Avevo visto solo il film, ma finalmente ho recuperato!



- "Corpi al sole", Agatha Christie.
Questo è uno dei libri che ho letto per la challenge, per il punto "Un libro amato da tua madre".
Ed eccolo qui, uno dei suoi preferiti della Christie, a quanto mi ha detto...
Quando ho iniziato a leggerlo mi pareva di essere finita in un incrocio tra Cluedo (per i personaggi) e Beautiful (gente che ama gente che però è sposata con gente che ha una tresca con altra gente. Chiaro, no?).
Mi è piaciuto abbastanza, inoltre è una delle indagini di Poirot che non posso non apprezzare come personaggio.
Ovviamente, neanche a dirlo, zia Agatha mi ha fregata di nuovo.


- "Il bacio perduto", Lara Adrian.
Mi era venuta voglia di un libro con una qualche storia d'amore, e la scelta è ricaduta sul terzo libro della saga vampiresca di Lara Adrian.
Ovviamente, non c'è bisogno che lo dica, è tutt'altro che un capolavoro, e anzi l'autrice non mi convince del tutto, tuttavia ho trovato il libro godibile.
Certo, bisogna essere amanti del genere, altrimenti evitate proprio se il paranormal romance non fa per voi!
Ad ogni modo, il mio parere completo lo potete leggere QUI




- "Amleto", William Shakespeare.
Se vogliamo escludere il monologo teatrale "Novecento", di Baricco (che vi consiglio), questo è il mio primo approccio con le opere teatrali.
E' stato meno traumatico di quel che immaginavo e "Amleto" mi è piaciuto molto, sebbene, devo ammetterlo, non sia stata in grado di cogliere bene tutte le sfumature.
Ci vorrebbe un'edizione con una buona analisi del testo per capirlo a fondo, immagino... comunque, l'ho apprezzato ugualmente e mi riprometto di leggere altre opere di Shakespeare o anche teatrali in generale!




La mia lista è finita qui!
E voi avete letto questi libri? Vi sono piaciuti?
Ovviamente, aspetto anche di sapere quali libri avete letto voi nel primo mese del 2015!
Ci vediamo per il riassunto di febbraio, sperando sia altrettanto soddisfacente e pieno!


12 commenti:

  1. Ma! Ma! Ma! Quante letture!..."Il piccolo principe" poi è bellissimo! <3
    Io ho letto pochissimo questo mese: "Morte malinconica del bambino ostrica" di Tim Burton, un racconto di un'autrice emergente e due romanzi brevi molto leggeri... =)

    RispondiElimina
  2. Letto Il piccolo principe e Amleto (<3). Tempo fa avevo iniziato il primo volume della saga della Adrian ma, conoscendo già J.R. Ward, mi era sembrata una brutta copia di quella serie e l'avevo abbandonato.
    Non sono riuscita a leggere I Malavoglia, ma Storia di una capinera ce l'ho e aspetta di essere letto. Ende mi incuriosisce.
    A gennaio ho letto dei romance, iniziato l'ultimo di Mauro Corona (regalo di Natale, primo Corona che leggo) e portato avanti dall'anno scorso Anna Karenina, che pian piano sta giungendo alla fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la Ward e la Adrian si somigliano tantissimo, ma la Ward è nettamente superiore sia come stile narrativo che come storia in sé, a mio avviso!

      Elimina
    2. Adesso ti adoro più di prima *u*

      Elimina
  3. Il mio primo mese di letture non è stato un granché, ho letto solo libri brutti -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che sfortuna D:
      Spero ti rifarai a febbraio!

      Elimina
  4. Io sono piuttosto soddisfatta, perché praticamente non ho iniziato a leggere fino a metà mese, eppure ho ripreso bene finendo ben 6 libri!
    Essi sono (in ordine cronologico):
    - 'La Maschera e le Tenebre', Jacqueline Carey;
    - 'Tredici', Jau Asher;
    - 'Come un romanzo', Daniel Pennac;
    - 'Agricolae-Contadini', Cristina Lattaro;
    - 'Teardrop', Lauren Kate;
    - 'Rebirth. I Tredici Giorni', Alessia Coppola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Com'è quello della Kate? La sua saga di fallen non l'ho mai conclusa perché mi ha fatto mezzo schifo XD

      Elimina
  5. Aaaaaaarghhh ti avevo scritto un commento lunghissimo (finalmente!!) ma mi s'è cancellato!!!!
    Odio la tecnologia a volte >_>
    Provo a riscrivertelo ma adesso ho veramente poco tempo :(

    RispondiElimina
  6. Ecco i miei undici libretti....preciso, 5 erano graphic novel e uno aveva solo 85 pagine..
    1)Jane, la volpe & io, di F. Britt. Una ragazzina viene derisa ed isolata dall altre, ma troverà un'inaspettata amicizia grazie alla sua passione per Jane Austen...
    2) Cercando Alaska, di J. Green. Carino, ma per me nulla di più.
    3) Ribelli! di P. Cacucci. Un insieme di piccoe biografie di personaggi poco noti ai più, che in comune hanno l'essere stati sconfitti ma anche il non essersi mai arresi. Molto interessante!
    4) Per sempre tuo, di D. Glattauer. Mi sono piaciuti molto di più i primi due libri dello scrittore, questo mi ha resa perplessa, si è dilungato troppo per poi concludersi in pochissime pagine proprio quando la storia stava diventando interessante. I dialoghi poi sono scritti in una maniera per me molto irritante!
    5-6-7-8) i primi quattro volumi pubblicati da Zerocalcare. Il primo, La profezia dell'armadillo, è sicuramente il migliore, capace di farti spaccare dalle risate ma anche di commuoverti. Tra poco inizierò l'ultimo libro, non vedo l'ora, dicono che sia il più bello in assoluto!
    9) a Santiago con Celeste, di G. Torregrossa, cronaca del pellegrinaggio non solo fisico che la scrittrice ha fatto da poco tempo, con un'amica che forse non era proprio la compagnia giusta...o forse sì?
    10) La lunga notte del signor Otto, di V. Barbara. Storia di un vecchio vedovo che capisce che i suoi ricordi di una certa notte del suo recente passato non sono proprio quelli che immagina lui... Da questo libro mi aspettavo di più, sinceramente mi sembra un po' inconcludente, ma comunque si legge con facilità.
    11) Ebreo, israeliano, sionista: concetti da precisare, di A. Yehoshua. Libretto piccolo ma molto tosto, serve a fare chiarezza sull'argomento. Anche se non ho condiviso tutto quello che l'autore ha scritto secondo me vale comunque la pena di essere letto.
    Ecco tutto!
    A gennaio ho veramente spaccato, ma, ripeto, alcuni libri sono stati davvero molto veloci. E adesso sono ferma da tempo su un libro che ho dovuto iniziare a leggere per lavoro ma che mi sta prendendo tantissimo, solo che è molto impegnativo e ci sto mettendo una vita a finirlo :)
    Che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembrava strano non ricevere il tuo commento! :D
      Di questi ho letto solo "Cercando Alaska", che mi ha un po' delusa perché mi era piaciuto moltissimo "Colpa delle stelle", quindi avevo aspettative piuttosto alte.
      Conosco Glattauer, invece, per "Le ho mai raccontato del vento del Nord" e seguito, letti e apprezzati tantissimo, ma a dicembre mi ha delusa anche lui con "In città zero gradi" =)
      Di quelli che hai elencato, mi ispira un sacco "Jane, la volpe & io", almeno a giudicare da quel che mi hai scritto tu sulla trama!
      Mi informerò meglio, quindi grazie per aver lasciato la tua lista anche questo mese, mi fa piacere che sia diventato un appuntamento fisso da parte tua!

      Elimina

Un commentino è sempre gradito, se lascerete traccia del vostro passaggio ne sarò davvero molto felice!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...